Come il Coronavirus ha Influenzato il Mercato Forex

Quale principale motore del mercato dei cambi, che cosa farà il dollaro quando il caos causato dalla pandemia di coronavirus attacca l’economia mondiale? I mercati Forex sono stati relativamente stabili (rispetto alle azioni e alle materie prime) dallo scoppio del virus, ma questo continuerà? Sfortunatamente, la matematica finale non è nota, ed è perché i governi, le società e i cittadini privati non sanno quantificare gli effetti totali mentre la pandemia prende il suo pedaggio.

Impatto iniziale sul mercato e reazione della Federal Reserve

La performance relativamente stabile dell’ EUR/USD ha visto il valore aggiunto dell’EUR a febbraio, quando le preoccupazioni di una pandemia globale hanno iniziato a crescere, in particolare quando l’Italia è diventata l’epicentro. L’EURO ha iniziato quindi a indebolirsi quando è diventato chiaro che la Federal Reserve americana avrebbe reagito alla minaccia crescente. A metà marzo 2020, il passaggio ad un tasso di interesse vicino allo zero da parte della banca centrale statunitense ha riportato la coppia EUR/USD sul mercato Forex ai valori di febbraio intorno a 1,08 – 1,10.

È stato degno di nota il rapido taglio del tasso di interesse della Federal Reserve quando lo shock iniziale della pandemia di coronavirus ha iniziato a colpire a livello globale, ma lo ha fatto senza avere un chiaro programma fiscale pronto dal governo degli Stati UnitiSfortunatamente, i programmi di stimolo fiscale attuati negli Stati Uniti potrebbero rivelarsi inadeguati quando emergono entrate poco brillanti e crediti inesigibili. Le vere paure per una seconda ondata di infezioni da coronavirus e la prospettiva di passaporti immunitari rimangono forti e non sono cambiate.

Stimare il costo potenziale totale della pandemia di coronavirus ha difficoltà nella maggior parte degli “esperti”, in quanto le società e le economie soffrono.

Entrate, debito e rischi rimangono problematici da risolvere e il mercato Forex ha un’ombra che incombe mentre altri importanti domini all’interno del mondo finanziario vacillano. I risultati del settore energetico ad aprile sono stati straordinari, dato che il greggio, attraverso contratti futures WTI, è stato decimato in quanto la domanda è evaporata e le prospettive di consumo rimangono difficili da calcolare.

La ricerca della normalità da parte della Federal Reserve incontra un ostacolo

La coppia di valute EUR/USD ha avuto una progressione piuttosto ordinata dei prezzi verso il basso negli ultimi sei anni da quando la Banca centrale europea ha dimostrato la sua incapacità di aumentare i tassi di interesse rispetto alla Federal Reserve statunitense. La Fed ha cercato di creare un tasso di interesse più elevato per costruire armi sufficienti a gestire una crisi economica per un paio d’anni. Tuttavia, a partire dalla primavera del 2019, la forte retorica della Fed sul tentativo di riportare il suo tasso di prestito principale su un piano superiore ha iniziato a incorrere in blocchi politici ed economici. Il presidente Trump ha fatto pressioni sulla Fed per mantenere l’economia degli Stati Uniti alimentata con denaro economico. La Fed ha iniziato a ridurre il suo tasso di interesse nel 2019 e questo potrebbe aver aiutato l’economia degli Stati Uniti a sostenere lo slancio.

L’attacco della pandemia di coronavirus ha cambiato le prospettive economiche a livello globale e i piani e le ipotesi di base delle banche centrali sono stati spazzati via. Molte banche centrali hanno sofferto di fragili basi monetarie nel tentativo di riprendersi ed emergere dalla crisi finanziaria del 2007-2008. Il mandato ufficiale della Federal Reserve è diventato complesso. L’attuale politica di stimolo della Fed apre la banca centrale degli Stati Uniti alle vulnerabilità che probabilmente non può prevedere.

Dalla crisi finanziaria del 2007-08 abbiamo visto che l’USD mantiene sostanzialmente una forte tendenza al rialzo.

Durante la pandemia di coronavirus probabilmente vedremo che l’USD manterrà il suo status di bene rifugio in questo momento di estremo rischio. A breve e medio termine rimango fiducioso di un dollaro piuttosto forte. Temo a lungo termine, tuttavia. Mentre i critici dell’USD hanno i loro punti sul perché la valuta non dovrebbe essere considerata un bene rifugio, la domanda diventa allora quale altra valuta ti fideresti di più nel mercato Forex?

Da dove viene il valore del dollaro? Fiducia nel governo che sta sostenendo la valuta? Questa risposta consente l’analisi del sentimento comportamentale che è importante. Ti fidi dei governi europei e della Banca centrale europea più degli Stati Uniti durante la pandemia di coronavirus? Se è così, perché? Mentre gli Stati Uniti guidati da Trump e la sua tendenza a lasciare i binari retoricamente possono sembrare pagliacci, gli Stati Uniti al suo interno hanno un sistema centrale unificato con una causa collettiva per riportare il paese in forma. Mentre i singoli stati degli Stati Uniti potrebbero non essere d’accordo sul piano di gioco e offrire contorni diversi, il sistema federale aiuta a coinvolgere un sistema che lavora per lo stesso obiettivo.

La Banca centrale europea soffre della mancanza di unità fiscale nell’UE

La premessa che l’euro sarebbe stato valutato più del dollaro era prevalente dal 2000 fino alla crisi finanziaria del 2007-08.

Tuttavia, quando alle banche centrali è stato chiesto di aiutare a salvare la devastazione lasciata dalle istituzioni finanziarie fallite, è diventato evidente un tema: mancava l’unità all’interno dell’Unione europea che avrebbe permesso loro di imporre effettivamente un’unica piattaforma fiscale e politica. Una mancanza di trasparenza da parte di alcuni importanti Stati Uniti. i membri sono diventati evidenti e hanno contribuito ad alimentare un calo dell’EUR rispetto all’USD che è persistito per oltre un decennio.

L’EUR può pretendere di avere un quadro unificato dall’UE? È solo un’opinione, ma sotto molti aspetti la UE lavora ancora su un sistema nazionalistico individuale. La disarmonia politica fondamentale della UE sembra più interessata alla protezione delle economie nazionali. Dall’esterno, Germania e altre nazioni economiche forti all’interno dell’UE temono il contagio dei vicini più deboli. Perché la Germania ha voltato le spalle nel 2020 all’idea di un legame unificato che avrebbe raccolto fondi per affrontare la crisi finanziaria in atto a causa della pandemia di coronavirus? Lo hanno fatto perché non vogliono essere il prestatore di ultima istanza per l’Unione europea.

La Germania non vuole essere responsabile dei crediti inesigibili negli anni a venire, quando le nazioni con meno capacità economiche e in verità una storia di politica in materia di crediti in sofferenza solleveranno le loro mani e diranno: “sappiamo che dobbiamo questo denaro ai finanziatori, ma non lo siamo in grado di rimborsarti ai tassi di interesse concordati o entro i termini previsti “. Cattiva politica fiscale da UE mal gestita le nazioni lascerebbero la Germania e pochi altri potenzialmente responsabili di ripagare i detentori delle obbligazioni. Le nazioni europee più povere e mal gestite all’interno dell’UE hanno semplicemente una comprovata esperienza nel dimostrare che non si preoccupano troppo della responsabilità fiscale.

In cerca di chiarezza e superare i pregiudizi di trading

Un elenco di dinamiche nel mercato Forex per quanto riguarda i tassi di interesse inizia qualcosa di simile. Che cosa accadrà nella seconda metà del 2020 quando le banche centrali dovranno reagire a dati economici molto brutti? Qual è il potenziale di tassi di interesse negativi negli Stati Uniti? Ci sono accuse che la leadership in tutto il mondo abbia poca o nessuna ” posta in gioco ” mentre creano politiche e rilasciano stimoli in contanti discutibili alle aziende. Questo ha creato la sensazione che stiamo assistendo ad un programma Ponzi legalizzato mentre le élite aziendali vengono salvate dalla rovina finanziaria. Le ramificazioni politiche lungo la strada sono certe quando le società reagiranno a questo.

È importante assicurarsi che il tuo pregiudizio non ostacoli le tue scelte di trading e investimento. Ammetto che come americano probabilmente ho una propensione radicata a favore del dollaro USA, quindi è importante assicurarsi sempre che io stia guardando chiaramente le prospettive dell’USD. Attualmente i miei occhiali non hanno colorazioni rosa, in realtà sono probabilmente grigi a causa delle mie paure riguardo ai difetti economici a lungo termine che questa pandemia sta causando.

Sono a disagio nel tentativo di valutare l’USD a lungo termine. Mentre penso che il Dollaro rimarrà forte per ora, cosa succederà lungo la strada dopo che si verificano urti e incidenti che non sono stati contabilizzati? La Federal Reserve e il governo degli Stati Uniti hanno intrapreso una strada pericolosa per assicurare il benessere aziendale. I problemi del 2007-08 e il termine “troppo grande per fallire” sono di nuovo evidenti. Abbiamo visto pacchetti finanziari che cercavano di curare le ferite di piccole imprese e società. Qualcuno di questi funzionerà? I problemi negli Stati Uniti dal punto di vista economico non sono ancora stati completamente chiariti. I cittadini privati, le società grandi e piccole e le strutture governative non sono in grado di conoscere l’intera portata del dolore finanziario che può svilupparsi e le stesse preoccupazioni affliggono l’economia globale. Nell’immediato futuro ci sono preoccupazioni fiscali su mutui, affitto, pagamenti in auto, bollette della carta di credito e contanti per il cibo mentre le persone lottano per sopravvivere. Il debito delle imprese è stato improvvisamente gravato dalla mancanza di entrate e dall’incapacità di coprire gli esborsi immediati e questo provoca dolore alle banche, alle catene di approvvigionamento e ovviamente ai lavoratori che vengono rimandati a casa per lo più non pagati.

In che modo le istituzioni statunitensi raccolgono i fondi che assegnano ai bisognosi? Lo fanno attraverso le tasse e l’emissione del debito che assumono da parte del pubblico, delle società e dei governi globali che credono che il loro denaro sia sicuro perché gli Stati Uniti sono un debitore affidabile. Sfortunatamente, al momento ci sono ricavi in calo. Dove verranno generati i soldi e come verranno pagati i conti? Il governo degli Stati Uniti sta creando debito per pagare le cose a breve termine e sta aprendo una finestra di debito a lungo termine che può essere economicamente irrealizzabile, creando seri timori per la forza a lungo termine del dollaro USA.

La profondità di questo pasticcio economico può essere solo all’inizio e la matematica finale è sconosciuta. Se i governi prestano denaro che in realtà non hanno, cosa succede se le loro entrate si esauriscono attraverso una diminuzione delle tasse riscuotibili e acquirenti volontari di debito pubblico? L’intera nave potrebbe affondareCiò che dovrebbe terrorizzare le persone è la possibilità che gli Stati Uniti e altri governi mondiali stiano prestando denaro a entità e non verranno mai rimborsati. La Federal Reserve dovrebbe acquistare debito ipotecario e obbligazioni municipali con rating inferiori allo standard? Cosa succede tra quattro o sette anni da quando i cattivi ritorni sui prestiti si sommano negativamente per i governi? Inizieranno a stampare denaro?

In conclusione

Il futuro del dollaro e il capitalismo nel suo insieme sono minacciati. La caduta dei prezzi del greggio nell’aprile 2020 è stata un domino fondamentale che ha messo in luce la fragilità della nostra economia globale. Gli Stati Uniti sono destinati a entrare in un ciclo economico approssimativo. I dati non sono stati completamente registrati e non capiamo ancora quanto sia grave. Tuttavia, il vasto mare di disoccupati e le lunghe file alimentari negli Stati Uniti hanno un impatto devastante a livello emotivo. Gli investitori e gli speculatori possono scegliere il dollaro e questo potrebbe rimanere stabile nel medio termine. Tuttavia l’attrazione per il dollaro dal 2008 è dovuta al fatto che è il miglior concorrente in un concorso di bellezza pieno di scelte poco attraenti. L’EUR, lo JPY e il GBP hanno tutti problemi economici propri e li avranno per il prossimo futuro.

Ci sono poche valute tranquille nei mercati forex come i turbinii della pandemia di coronavirus, ma il dollaro dovrebbe rimanere forte a breve e medio termine con un intervallo forse tra 1,05 e 1,15 contro l’EUR. È a lungo termine che fa paura. Il periodo di cui sopra riferito a breve e medio termine è fino a metà ottobre 2020 con la convinzione che le elezioni presidenziali statunitensi potrebbero essere un catalizzatore per un dollaro più debole e limitato man mano che ci avviciniamo a novembre prima dell’esito del voto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *